Io

Eccomi! Mi sono decisa: "Oggi o mai più!"..ho pensato buttandomi giù dal letto, svegliata dal classico cinguettio, anche se frastuono è più appropriato, della fauna australiana: crows, lorikeet, kookaburra..
E poi oggi è il compleanno di mio fratello (che io amo fin troppo) e, quindi, perchè non cominciare questa avventura da food blogger proprio con un dolce per lui?
Chi mi conosce sarà sorpreso da questa mia nuova idea: odio la tecnologia fin nelle sue forme più elementari. O meglio: sono diversamente tecnologica. Con me non funziona mai nulla.
 Sono anche riservata, timida, very close. E sono anche tutto, il contrario di tutto e la via di mezzo. Insomma: un bel casino, dai! A volte me lo dico da sola: pull yourself together! Figuriamoci quindi cosa dicono gli altri...
Di natura irrequieta o serena? A 35 anni non ho ancora trovato la risposta...ma inizio a essere più pratica e a non pormi più tante domande. Meglio agire. Sempre.
Una cosa però è certa: la mia costanza per certe passioni: la cucina, i viaggi, la lettura. Da pochi mesi poi si è aggiunta un'insana passione per la corsa.
Perchè un blog? Forse perchè mi trovo improvvisamente dall'altra parte del mondo e quindi ho bisogno di creare un contatto con la mia Terra, quella che è e rimarrà sempre casa mia. E qua, come là, la cucina per me significa felicità, condivisione. E' il mio modo di prendermi cura degli altri, di esprimere sentimenti. Credo fermamente che il cibo unisca, non divida, crei un collante, porti allegria. Non sono fatta per le insalate scondite e lo yogurt. Lungi da me! E poi dicono che cucinare aumenta l'autostima, aiuta a sedurre, accresce l'intimità fisica e mentale....può essere ma quanto alla seduzione avrei qualcosa da ridire!
Una cosa però la so: la cucina è il mio angolo, il mio rifugio, la stanza più bella della casa, dove tutto cambia colore, tutto diventa magia, tranquillità, le mani si sporcano di zucchero e cioccolato, la mente si libera e vola, crea, si rilassa, il cuore sorride e ama....


5 commenti:

  1. 1..2...3... sa sa ...prova

    RispondiElimina
  2. Funziona allora...molto bene, delizioso questo blog, ora desidero vedere pubblicate tante ricette senza glutine (se vuoi distinguerti...) e soprattutto vorrei che li cucinassi per me...possibilmente nella stessa parte del mondo...:))))))

    RispondiElimina
  3. ...i primi pasticci con la farina di riso sono cominciati...a qualcuno sono anche piaciuti (ma dopo 17 o 18 anni di "frequentazione" io ancora non ho capito cos è che mio marito non mangia)...per me il risultato non è ancora perfetto...di certo manca l'assaggiatrice ufficiale!

    RispondiElimina
  4. si in effetti Sandro non conta...:) Bè ci sono enne preparati di farine con cui puoi cimentarti, di solito mix di farine senza glutine, che per molte cose sono più facili da gestire che solo la farina di riso da sola. Comunque non preoccuparti, svolgerò con serietà il ruolo di assaggiatrice ufficiale, anche se forse come Sandro ci sono poche cose che non mi piacciano...:)

    RispondiElimina
  5. Ciao, grazie per essere approdata per caso sul mio blog, mi hai dato l'opportunità di approdare sul tuo splensido blog. Sei una ragazza speciale e da oggi seguirò le tue avventure come lettrice fissa. Io, in cucina provo le tue stesse sensazioni, un saluto dalla Calabria
    M.G.

    RispondiElimina